Ordine minimo 3 bottiglie (anche miste) - Nella sezione OFFERTE è disponibile la cassa da 6 bottiglie scontata

 

POGGIO AL GRILLO

 

Poggio al Grillo vede la luce nel 2008 per merito del titolare Alessandro Scalzini, grande appassionato di vino, che da allora vi dedica ogni momento libero dalla sua professione di medico, con il prezioso supporto dalla figlia Giulia, studentessa di viticoltura ed enologia.Tutto inizia con il consiglio di un’amico, l’enologo Luca D’Attoma, che dopo aver visionato i terreni acquistati da Alessandro nei dintorni di Castagneto Carducci, gli suggerisce di piantarci varietà atipiche per l’area come Aleatico e Petit Manseng. I vigneti hanno esposizione a nord – elemento importante per mantenere l’acidità e i profumi – collocati su terreni di medio impasto, ricchi di sostanza organica, e vengono curati direttamente dal titolare grazie ai consigli di esperti agricoltori e tecnici, che lo aiutano così a portare in cantina al momento giusto. Qui entra in gioco l’enologo Luca Rettondini, supportato da Giulia, che si occupa di trasformare in vino varietà difficili come l’Aleatico, dalle cui uve nasce nel 2012 la prima etichetta, il “Rosatico” e tre anni dopo è il turno della versione passito, il "Rezeno".

 

 

 

SCHEDA TECNICA

 

Cantina: Poggio al Grillo

 

Filosofia: convenzionale

 

Denominazione: Cost